011 8190569
sales@hrcsrl.it

HRC ha conseguito la certificazione Cybersecurity Industrial Kaspersky

HRC ha conseguito la certificazione Cybersecurity Industrial Kaspersky

Presentazione standard di PowerPoint

HRC è l’unico partner Kaspersky in Piemonte ad aver conseguito la certificazione “Industrial CyberSecurity”.
Kaspersky Industrial CyberSecurity è un portfolio di tecnologie e servizi progettati per proteggere ogni livello industriale, compresi server SCADA, HMI, Engineering Workstation, PLC, connessioni di rete e persone, senza alcun impatto sulla continuità operativa e sulla coerenza dei processi industriali.
La soluzione offre un percorso incrementale logico con lo scopo di raggiungere la sicurezza informatica industriale olistica, dalle persone ai processi, fino alle tecnologie.

Sistemi Cyberfisici e Industria 4.0
 
I sistemi cyberfisici integrano componenti computazionali nelle macchine stesse. Questa integrazione solleva l’uomo dall’onere della programmazione continua e persino della manipolazione fisica. I cybercriminali colpiscono i singoli chip e sistemi utilizzati da macchine e materiali per comunicare senza richiedere una supervisione umana costante. L’introduzione di codice dannoso nei sistemi cyberfisici può distruggere l’essenza stessa della produzione.

Spionaggio industriale e furto di proprietà intellettuale
 
Il furto di proprietà intellettuale costituisce una fortissima tentazione per i cybercriminali che possono usare questi dati per copiare idee, battere la concorrenza sul prezzo o partire in vantaggio nelle trattative. Non sono più costretti a installare spyware in server remoti o a ricorrere a spie in carne e ossa, ma possono accedere direttamente e in tempo reale alla produzione, nel momento esatto in cui avviene.

IoT: Industrial Internet of Things
 
I produttori realizzano articoli con chip e controller dedicati per interagire con il mondo in cui operano i clienti. I chip promuovono l’efficienza generando un feedback costante sulle performance degli asset in uso. I sensori falsi o danneggiati acquistati sul black market e i relativi video danno origine a dati compromessi o sostituiti con informazioni imprecise o manipolate.

Sicurezza dell’interfaccia macchina/supply chain
 
Poche aziende sono in grado di soddisfare internamente tutte le esigenze operative su tecnologie e macchinari, occorre quindi far ricorso all’approvvigionamento esterno. I produttori devono assicurarsi che ogni singolo anello della supply chain sia sicuro come la propria azienda. Garantire l’hardening degli endpoint interni è più semplice che potenziare la sicurezza delle risorse prodotte esternamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Loading...